Agua Fresca
Sinossi:
È una terra dura, inospitale, selvaggia; qualcuno l'ha definita "Il mondo alla fine del mondo": è la Patagonia.
Queste terre desolate, dal clima inclemente e dal terreno aspro, sono stete lo scenario di un'importante
migrazione di cittadini europei. Tra i numerosi emigranti approdati nella Patagonia cilena ci furono anche dei cittadini svizzeri.
Tra il 1874 e il 1877 ebbe luogo un processo di colonizzazione organizzato dalla Confederazione Elvetica e dalle autorità cilene.
120 coloni svizzeri furono sistemati ad Agua Fresca, vicino a Punta Arenas, la capitale regionale, all'epoca in cui questa era meno di un misero villaggio.
Oggi, gli ultimi rappresentanti di quell'epoca migratoria sono i pronipoti dei pionieri, la terza e quarta
generazione di discendenti di donne e uomini che partirono in capo al mondo alla ricerca di un futuro migliore.
A che paese sentono di appartenere? Non hanno mai provato, quanto meno un po' di delusione, nei confronti di una patria che lasciò ai loro antenati come unica possibilità, quella di andarsene in un territorio così lontano e inospitale? Cosa sanno dei loro genitori, come furono accolti dai cileni, quali difficoltà dovettero affrontare?

➔ VIDEO ON DEMAND su artfilm.ch
Scheda tecnica:
Nazionalità del film:Svizzera
Anno di produzione:2006
Genere:documentario
Regia:Camilo Cienfuegos
Produzione e distribuzione:La Frontera video & film
Coproduzione:TSI – Televisione svizzera
Luisella Realini
Con il sostegno di:Fondo FilmPlus della Svizzera italiana
Ambasciata Svizzera in Cile (DEZA/dipartimento federale affari esteri)
Divisione della Cultura Cantone Ticino
Città di Lugano
Carabineros de Chile
Fundación Cardoen Chile
Sceneggiatura:Miguel Ángel Cienfuegos, Camilo Cienfuegos
Organizzazione e ass. regia:Miguel Ángel Cienfuegos
Immagini:Camilo Cienfuegos
Suono:Remo Belli
Montaggio:Paolo Vandoni, Camilo Cienfuegos
Sonorizzazione e missaggio:Massimo Pellegrini
Durata:57 minuti
Formato di ripresa:DV
Formato di diffusione:Digital Beta; Beta SP; DVD / colore / 4:3 / stereo
Lingua del film:spagnolo
Altre versioni:italiano, spagnolo con sottotitoli in francese
Festival e diffusioni:

• 42nd Solothurn Film Festival (Switzerland) 2007

• 18ème Festival Suisse de Film & Vidéo Spiez (Switzerland) 2007

• 9ème Festival Filmar en América Latina, Genève (Switzerland) 2007

• emissione TSI del 1.10.06 nell’ambito del programma “Storie” a cura di F. Jolli

• emissione TSI del 12.09.07 nell’ambito del programma “Me-Doc” a cura di L. Realini

• Tour Chile 2007:
            - Circulo Suizo de Magallanes, Punta Arenas
            - Club Suizo de Temuco
            - Corporación Helvetica V Región, Limache
            - Club Suizo de Santiago

• VII Festival Internacional del Cine Pobre de Humberto Solás, Gibara (Cuba) 2009

• Exposición "La AMERICA: Inmigración - Integración - Descendencia", Santiago, Valdivia (Chile) 2009

• emissione RSI del 09.07.11 nell’ambito del programma “Superalbum” a cura di G. Delli Ponti

Note di regia:

Nel 2003 realizzo "De vuelta al sur", il mio primo documentario in Cile.
"Agua Fresca", il secondo lavoro, è la continuazione naturale del cammino iniziato nel 2003.
Questo cammino cerca stabilire una maggiore relazione culturale e umana fra due mondi: la Svizzera, paese al quale giungo come emigrante essendo molto piccolo, e il Cile, la mia patria di origine.
Questa è la base sulla quale nasce il progetto “Agua Fresca”.

Si aggiungono in seguito altri spunti che daranno nuovi impulsi all’iniziativa.
In primo luogo uno di carattere simbolico: un emigrante cileno in Svizzera narra la storia degli emigranti svizzeri in Cile.

In secondo luogo c’e la necessità di raccontare una pagina sconosciuta della storia dell’emigrazione svizzera. Si conoscono meglio le vicissitudini degli emigranti svizzeri negli Stati Uniti o in Australia. Ma poche persone hanno informazioni dettagliate sulla colonizzazione svizzera nella Patagonia cilena. È una storia che ha molte particolarità.

In questa regione è ancora molto presente l’eredità storica elvetica che merita di essere studiata, conservata e collocata come un capitolo fondamentale nella storia dell’emigrazione svizzera.
Lo stesso si può dire della storia cilena. I cileni sanno che l’estremo sud del Cile fu colonizzato da cittadini europei, tra i quali anche gli svizzeri. Ciò nonostante non esiste in Cile una vera coscienza del significato che ha la presenza di comunità che popolarono quelle terre e che influirono profondamente l’identità della regione di Magellano e in generale tutto il paese.

Ma, più in là di ciò, resta come risultato di questo lavoro, l’aver potuto ristabilire un ponte tra la Svizzera e i discendenti degli emigranti del sud del mondo.

Click image to open!
Click image to open!
Click image to open!
Click image to open!
Click image to open!
Click image to open!

 
web designer: www.jorgecampos.cl